Il complesso di Angelina: gli uomini intimiditi dalle donne potenti?

angelina jolieAngelina Jolie è (ancora!) complessata? A quanto pare colei che sulla carta non dovrebbe avere alcun problema (!) potrebbe essere tormentata da una terribile consapevolezza: gli uomini sarebbero intimiditi dalle donne di potere? Inutile, probabilmente, sottolineare che lei tale è, e che i suoi rapporti amorosi potrebbero essere stati influenzati da tale condizione.

Quali problemi, quindi, può avere una donna di potere come la diva hollywoodiana? A farla riflettere su tale condizione e ad interrogarsi sulla sua capacità di spaventare gli uomini, potrebbe essere l'ex marito dell'attuale signora Pitt, l'attore Billy Bob Thornton, il quale ha deciso di riciclarsi come scrittore e attualmente è impegnato a promuovere la sua nuova autobiografia, The Tapes Billy Bob, nella quale parla ovviamente della fine del suo matrimonio con la Jolie.

Dopo aver definito tale unione una grotta piena di fantasmi, il pover'uomo avrebbe fatto totale ammenda e, volendo offrire ai suoi lettori una breve spiegazione del motivo per il quale il suo matrimonio con Angelina Jolie è fallito, ha candidamente dichiarato che:

l'ho fatto esplodere perché non penso di essere stato abbastanza buono per lei.

angelina jolie

Naturalmente il problema non riguarda solo la coppia Jolie - Thornton e sarebbe alquanto riduttivo pensare che i problemi si riducano a quanto una donna sia forte o potente. Probabilmente è molto più plausibile che molti uomini non riescano a digerire il fatto che le loro compagne riescano ad avere più successo di loro e, soprattutto nel mondo dello spettacolo, questo può diventare un problema.

Thornton fa ammenda dichiarando di non essere stato abbastanza buono per la sua Angelina. Atteggiamento certamente encomiabile ma c'è da capire se non si sentisse invece inferiore a lei, o se non si sentisse minacciato dal suo successo. Può essere, quindi, che in questo caso la signora Pitt non avesse alcuna responsabilità e i problemi fossero tutti del suo ex marito, incapace di reggere il confronto o di accettare di essere messo in ombra dalla sua compagna.

A questo punto la domanda nasce spontanea: in questi casi di chi è la responsabilità se un'unione finisce? Della donna che - giustamente! - si vive e gode il suo successo che, comunque sia arrivato, ha ottenuto ed è giusto che ne sia soddisfatta, o dell'uomo che non riesce a sopportarlo e passa il suo tempo a scrivere libri interrogandosi sui motivi che hanno portato al disfacimento della coppia?

Via | forbes
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail