Congedo per maternità retribuito negato negli Stati Uniti

Congedo di maternità retribuito ancora negato negli Stati Uniti. Un articolo ci spiega la situazione delle donne americane.


In un paese così evoluto come gli Stati Uniti è assurdo non sia previsto, ancora, un congedo per maternità retribuito. Su 178 nazioni, il Canada e la Norvegia offrono generosi benefici che possono essere condivisi tra padre e madre, l’Italia offre cinque mesi di astensione retribuita, la Francia offre circa quattro mesi, e anche Messico e Pakistan sono tra le nazioni che offrono dodici settimane di stop pagato alle future madri. Solo pochi paesi non prevedono un congedo retribuito, oltre agli Stati Uniti, Papua Nuova Guinea, e Swaziland, paese del Sud Africa.

Alle donne americane sono offerte dodici settimane di congedo non retribuito ai sensi della legge per cui le aziende con meno di 50 dipendenti sono esentate a retribuire le proprie dipendenti in attesa di un bambino. Nel 2011, solo l’11 per cento di lavoratrici del settore privato e il 17 per cento delle lavoratrici nel settore pubblico hanno avuto dai propri datori di lavoro un congedo retribuito (solo due Stati, California e New Jersey, offrono sei settimane di congedo pagato).

E non è tutto perchè le donne che lavorano negli Stati Uniti sono tante secondo una ricerca del 2010: quasi il 50 per cento delle famiglie é composta da due genitori che lavorano e il 26 per cento delle famiglie é sostenuto da un genitore single.

Perchè le donne devono ancora scegliere tra carriera e maternità? Perchè sono obbligate a tenere d’occhio lo stipendio mentre hanno il pancione e dovrebbero solo pensare al proprio benessere e a quello del piccolo? Ricordo con ansia la mia prima gravidanza quando le preoccupazioni erano concentrate solo sulla bimba in arrivo, sul suo mantenimento futuro…Per fortuna i soldi per mantenerla li percepivo anche quando era ancora lì, nella pancia.

Via | HolyKaw
Foto | Thinkprogress

I Video di Pinkblog