Donne e social network: dipendenti dalla rete?

Girl with laptop

Inglesi e sondaggi, un binomio inscindibile. Stavolta oggetto della ricerca, che porta nome BT group, sono le abitudini che il popolo britannico avrebbe in tema di social media. Più di 2000 cittadini del Regno Unito sono, infatti, stati intervistati dalla ex British Telecom, mostrando come più della metà del campione femminile utilizzi i social network, come Facebook o Twitter, contro il 38% della controparte maschile.

Ma c'è di più, il 18% delle donne avrebbe anche dichiarato che, qualora internet non esistesse più, la cosa più difficile da accettare sarebbe proprio la lontananza dai social media. E per gli uomini? Noiosi (e forse bugiardi). Perché ipotizzando un mondo senza web la maggioranza sostiene che la "nostalgia" andrebbe ai servizi di home banking. E noi facciamo finta di crederci.

Ma la parte migliore arriva ora. Se le signore hanno dimostrato una propensione generale all'uso della rete a scopo di ricerca, in particolar modo quella commerciale, dall'altra parte gli uomini hanno sostenuto che il loro rapporto col web sarebbe finalizzato al completamento del loro apprendimento, nonché ad ampliare le loro conoscenze. Vedo distintamente le vostre facce perplesse e mi aggrego. Intanto John Petter, amministratore delegato della Retail Consumer Division di BT sintetizza così i dati:

Questa ricerca rende chiaro come la nazione abbia abbracciato internet in tutti gli aspetti della vita. Uomini e donne usano la rete in modo diverso ma tutti danno per certo di poter usare questo unico luogo per tutto, dallo shopping, ai servizi bancari, all'intrattenimento sociale.

Così parlò Zarathustra. E noi donne, in attesa della prossima ricerca made in England, cercheremo di guardare con occhi diversi i nostri compagni, mentre seguono le partite in streaming sul pc. Infondo potrebbe anche darsi che si stiano acculturando, giusto?

Via | Telegraph
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail