L’omofobia del mondo dell’arte

Un interessantissimo saggio sull’ostracismo perpetrato da critici e musei nei confronti degli artisti omosessuali e della simbologia che racconta le loro opere è stato pubblicato in America.

di Giorgio


Il nuovo libro di Philip Kennicott Art and Homosexuality: A History of Ideas affronta un tema spinoso ma raramente dibattuto: il tentativo, o meglio ancora, il desiderio di alcuni critici e molti musei di svilire o sminuire il contributo dato alla storia dell’arte da parte degli artisti omosessuali. Si sottace soprattutto il ruolo fondamentale che l’attrazione, il desiderio tra persone dello stesso sesso aveva e ha nella creazione di un’opera d’arte. Nulla viene mai detto dei ricchi riferimenti al mito di Ganimede, di Orfeo o di San Sebastiano. Il bellissimo e suggestivo linguaggio della simbologia che racconta l’erotismo omosessuale (che è spesso alla base dei più grandi capolavori che l’uomo abbia mai partorito) viene così interrato e vergognosamente nascosto ai più.

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →