Omofobia in Ghana: oggi a Roma sit-in di protesta dinanzi all’ambasciata ghanese

Omofobia: a Roma è previsto un sit-in di protesta dinanzi all’ambasciata del Ghana

di robo

Nei giorni scorsi abbiamo scritto dell’ondata omofoba che c’è in Ghana, con il ministro della zona occidentale – Paul Evans Aidoo – che ha ordinato l’arresto di tutte le persone omosessuali della sua zona come anche ha promesso di pagare quanti denunceranno i gay. Per protestare questa palese violazione dei diritti umani – che sta avvenendo in un silenzio sconcertante da parte dei media – è previsto oggi pomeriggio a Roma, dinanzi alla sede dell’Ambasciata del Ghana, un sit-in. La manifestazione, organizzata da GayRoma, si svolgerà

per chiedere il rispetto delle Carte Internazionali e per sollecitare un intervento dell’Ambasciatrice della Repubblica del Ghana in Italia, S.E. Evelyn Anita Stokes-Hayford, affinché faccia Suo l’appello lanciato dall’organizzazione per i diritti umani Everyone all’Alto Commissario ONU per i Diritti Umani, al Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, al Parlamento europeo e alla Commissione dell’Unione Europea perché prendano una posizione “che scongiuri nuove escalation di violenza omofoba, nonché il perpetrarsi di gravi violazioni dei diritti fondamentali di persone LGBT nel Paese sub-sahariano”.

L’appuntamento è, quindi, per le 19 di oggi, mercoledì 3 agosto, dinanzi all’Ambasciata del Ghana in Italia (via Ostriana, 4)

Foto | Flickr

I Video di Pinkblog

Eni: Palazzo Mattei si colora di arancione contro la violenza sulle donne

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →