Gli amori e le passioni di Serge Diaghilev

In questi ultimi anni, molti gli eventi che hanno risvegliato nel pubblico l’interesse per Serge Diaghilev

di Giorgio


Il 2010 e il 2011 sono stati due anni importanti per Serge Diaghilev. Prima, l’uscita di un’ affascinante e vasta biografia, poi l’acclamatissima mostra di Londra che ha chiuso i battenti solo alcuni mesi fa. Il grande fondatore dei balletti russi e pigmaglione di artisti come Stravinsky, non finisce mai di stupirci, di offrirci nuovi ed inattesi scorci su di un mondo che, pur vivendo da sempre sotto i riflettori, nasconde anche fondissimi segreti. La biografia di Scheijen sfruttando per la prima volta carteggi ed archivi un tempo off-limits, getta nuova luce non solo sulla sua complessa e difficile relazione con il leggendario Nijinsky ma anche su i tanti amori omosessuali del celebre impresario russo. Dalla sua passione giovanile per il cugino alle tormentate storie d’amore con ballerini e giovani artisti, la vita di Serge Diaghilev sembra trasformarsi sotto il nostro stesso sguardo in un’immensa tela barocca, dove il taglio vivo della luce (e dell’ombra) crea una drammaticità che ruba per ogni dettaglio aggiunto il respiro.

I Video di Pinkblog

Visit the Louvre Museum

Ultime notizie su Recensione libri

Tutto su Recensione libri →