Il presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, non ha dimenticato i diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali nel discorso pronunciato durante i funerali ufficiali di Nelson Mandela, tenutisi nello stadio di Johannesburg. Dinanzi a oltre settanta capi di Stato e di Governo, Obama ha ricordato che ancora oggi, in diverse parti del mondo, uomini e donne sono perseguitate solo per come amano e per chi amano. Un riferimento molto sottile, che però non è passato inosservato.

Il primo presidente afroamericano degli Stati Uniti ha ricordato il primo presidente nero del Sudafrica, tracciandone un profilo, sottolineando la sua lotta per la libertà, il suo carattere di grande figura della storia. Tra i molti successi ottenuti da Mandela, Obama ha sottolineato che è proprio grazie a Madiba che il Sudafrica ha approvato una Costituzione molto avanzata in materia di uguaglianza, testo molto rispettoso dei diritti delle minoranze. Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, è grazie a tale Costituzione che il matrimonio ugualitario e l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso è possibile in Sudafrica.

Ha affermato Barack Obama:

Le lotte che vengono dopo la vittoria dell’uguaglianza di tutti i cittadini o quella del suffragio universale forse non sono state così impregnate di drammaticità come quelle che l’hanno precedute, ma non per questo sono meno importanti. In giro per il mondo continuiamo a vedere bambini che soffrono la fame e hanno varie malattie. Ancora ci sono scuole fatiscenti. Tuttora ci sono giovani senza speranze per il futuro.

Poi ha continuato il presidente statunitense:

In giro per il mondo ci sono ancora uomini e donne messi in carcere per il loro credo politico e persone che sono perseguitate per come vengono viste dalla società, per via del loro credo religioso, per come e chi amano. Questo succede ancora oggi.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Porsche 911 GT3 RS: grinta sportiva tedesca