Torre del Lago gay: ad aprire il Mardi Gras ospite… Carlo Giovanardi! Ditemi che è uno scherzo…

Carlo Giovanardi ospite del Mamamia a Torre del Lago?!


Che Torre del Lago sia una località che esplode, soprattutto in estate, per quanto riguarda il turismo gay è cosa nota anche alle pietre. Per molti è una meta di vacanza e villeggiatura per essere tra amici e persone con gli stessi gusti sessuali e c’è chi va per divertirsi, conoscere gente e ballare nei locali gayfriendly.

Dal 10 al 15 agosto (ovvero a partire da domani), c’è poi il Mardi Gras, una serie di 5 serate con ospiti chiaramente gayfriendly. Per esempio, quest’anno Sabrina Salerno, Osvaldo Supino, Antonino e via dicendo. Ma… non solo loro. Perché, come vedete nell’immagine, è presente anche Carlo Giovanardi.

Sì, il ministro che non perde occasione di screditare il mondo gay, che ha attaccato platealmente l’Ikea per la sua pubblicità aperta a tutti i generi di famiglia. Sì, proprio lui è indicato come ospite dalle 22 sul palco del Mamamia per incontri e dibattiti…

Incontri e dibattiti?!? Ok, io sono (voglio) essere convinto che questo sia semplicemente uno scherzo, una provocazione. Inserire uno dei nomi meno graditi al mondo Lgbt per le sue posizioni di conservatore per una parodia o uno sketch su quel palco. Io non ci credo (non voglio, ancora) che davvero qualcuno abbia deciso di invitare Giovanardi per alcuni dibattiti.

Perché è tardi, perché in certi casi è semplicemente inutile. Perché se i toni nei confronti di qualcuno (in questo caso del popolo Lgbt) sono sempre stati accesi e sgradevoli, non è più possibile allinearli alla civile discussione in una serata gay. Non ha senso alcuno. Perché colui che ha appena ribadito che l’unica famiglia è un uomo e una donna e ha criticato l’unione di Paola Concia con la sua compagna deve sedere ed essere ospitato in un luogo che lui, evidentemente, non apprezza più di tanto?

Un passo avanti di maturità da parte del mondo gay? Di apertura? Ma anche no! Ma perché? Perché deve esserci apertura da parte nostra quando, non appena c’è l’occasione di creare una legge contro l’omofobia, tutti sono entusiasti all’idea che venga bocciata e parlano di una assurda discriminazione nei confronti degli etero? Allibisco di fronte a certe notizie e, veramente, mi auguro ancora con tutto il cuore che sia semplicemente una boutade, un modo di far parlare e attirarsi pubblicità.

Perché se poi dovesse davvero presenziare e attaccare il mondo Lgbt, poi non ci si deve lamentare. Vi scongiuro, svegliatemi da questo brutto sogno o mancherò poco prima che al Gay Pride venga invitato lui a presenziare sul carro.

I Video di Pinkblog

Intervista a Marina Salamon: donne & lavoro

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →