Passiflora: proprietà e benefici

La passiflora, o fiore della passione, è chiamato così perché nel suo pistillo sono presenti stami che ricordano la corona di spine di Gesù. Oltre a produrre un frutto dal gusto delizioso, questa pianta ha tante proprietà medicinali, vediamo quali


La passiflora, oltre a produrre un fiore noto per il fatto di ricordare i simboli della Passione di Gesù, è una pianta dotata di molteplici virtù curative medicinali.

Naturalmente tutti noi conosciamo il frutto della passione, che in alcune varietà prende il nome di maracuja, caratterizzato da una polpa dolcissima e profumata, e molti amano il bellissimo fiore colorato che della passiflora è l'ornamento.

Ma oggi ci concentreremo piuttosto sulle proprietà officinali di questa pianta originaria dell'America tropicale. Il suo uso è particolarmente indicato per i disturbi del sistema nervoso, su cui agisce come calmante. Le foglie e il fiore della passiflora, infatti contengono sostanze alcaloidi e flavonoidi (potenti antiossidanti), in grado di agire a livello cerebrale svolgendo azione blandamente sedativa e ansiolitica.

Quindi, per quali problemi sono indicati gli estratti della passiflora? Ecco una breve lista:


  • Attacchi di panico
  • Stress
  • Ansia
  • Insonnia e disturbi del sonno
  • Tachicardia
  • Angoscia
  • Disturbi nervosi legati alla menopausa

Oltre a fungere da calmante, la passiflora è anche un buon antispastico, per questo è utile in caso di crampi da colite o da mestruazioni. Come beneficiare delle virtù fitoterapiche di questa bella pianta tropicale? In due modi, entrambi interni. Possiamo acquistare in erboristeria la tintura madre e assumere una dose di 20-30 gocce fino a 3 volte al giorno, oppure 30-40 prima di andare a dormire per un effetto rilassante e facilitatore del sonno.

Oppure, possiamo assumere la passiflora come tisana. Per prepararla dobbiamo procurarci un sacchetto di foglie e parti aeree della pianta disseccate e triturate (in erboristeria), e usarne per ogni tazza di infuso un cucchiaio. Gli estratti di passiflora si verseranno nell'acqua bollente, a fuoco spento si lascerà in infusione per una decina di minuti, quindi si potrà gustare il succo filtrato. Ideale per calmare stati ansiosi e di agitazione emotiva.

Foto| di saturn per Flickr

  • shares
  • Mail