Aosta gayfriendly? Il Vescovo contro il bonus alle coppie gay: “Non sono una famiglia!”

Aosta a favore delle coppie gay per un bonus economico per le case? Il Vescovo insorge


Nemmeno il tempo di festeggiare ed applaudire per la scelta del comune di Aosta di dare un bonus alle coppie etero e gay ed ecco arrivare le parole di sdegno da parte dal vescovo di Aosta, Giuseppe Anfossi. E qual è l’accusa secondo voi? La solita no?

“L’unione tra persone dello stesso sesso non ha il diritto di essere chiamata famiglia, la quale invece deve essere composta da un uomo e una donna con l’intenzione di generare figli e di garantire una continuità generazionale”

Perché l’aiuto economico non può e non deve essere dato anche a persone dello stesso sesso che si amano. I gay ancora una volta cittadini di serie B? No, sempre più vicini alla Z…

“Quello della casa è un problema molto serio. Il Comune poteva svegliarsi prima. Gli interventi in quest’ambito possono riguardare i diritti individuali, e quindi essere rivolti a tutti, oppure i diritti delle famiglie, che non sono le unioni omosessuali ma le coppie che si impegnano ad avere figli, a educarli e a mantenere la continuità generazionale”

Via | RegioneVda

I Video di Pinkblog

Irene Camber, oro olimpico ad Helsinki, compie 95 anni

Ultime notizie su Pink crime

Tutto su Pink crime →