Ivan e la sua performance tra poesia e arte figurativa: Una Pagina Bianca è una Poesia nascosta

Ivan gira per l’Italia per dare a tutti la possibilità di esprimersi su enormi superfici colorate

Se vi sbrigate lo trovate ancora. Ivan sta girando ormai da tre anni tutta Italia con il suo progetto chiamato “Pagina Bianca“; è stato a Firenze, Bologna, Genova, Napoli, Verona, Ferrara, Angers (Francia) Torino e Milano. A Roma capiterà a fine ottobre a piazza del Popolo dalle 13.00 alle 18.00, il giorno preciso non ci è dato saperlo.

Ivan e il suo staff arrivano nelle principali piazze, srotolano chilometri di carta, e dopo aver messo a disposizione colori e pennelli si godono lo spettacolo: centinaia di persone che non sanno resistere a quella immensa pagina bianca. Di ogni età, di ogni estrazione, tutti si dedicano a scritte di ogni tipo, tanta è la voglia di esprimersi.

Un’idea niente male, semplice ed efficace, per una performance che trova un impiego e un effetto immediato. Chissà se questi tempi ci stanno parlando anche attraverso avvenimenti del genere: sempre più necessità di parlare, di scrivere, di dire la propria (si pensi ai social network, anche se si è consapevoli di essere in un mare di altre voci) e di passare dai muri alle piazze. Ma qualcuno che ci ascolta è rimasto?