Problemi con la lista nozze? Da Israele arriva la macchina dei matrimoni

Di Gianluca Riccio Oh, sposini, cosa pensereste trovando un chiosco ATM sull’uscio di una sala ricevimenti o di una chiesa? Forse non avrete abbastanza tempo di rifletterci: presto questo tipo di dispositivo potrebbe diffondersi un bel pò.L’azienda Israeliana Gan Oranim era conosciuta più per le innovazioni tecnologiche che per i matrimoni. Fino ad ora. Il

Di Gianluca Riccio

macchina-matrimoni.png

Oh, sposini, cosa pensereste trovando un chiosco ATM sull'uscio di una sala ricevimenti o di una chiesa? Forse non avrete abbastanza tempo di rifletterci: presto questo tipo di dispositivo potrebbe diffondersi un bel pò.

L'azienda Israeliana Gan Oranim era conosciuta più per le innovazioni tecnologiche che per i matrimoni. Fino ad ora. Il marchio di Tel-Aviv è divenuto primo nel mondo a introdurre dispositivi per la lettura di carte di credito agli ingressi delle 'wedding halls', le sale dove si celebrano matrimoni.

Lo scopo? Incrementare le donazioni per la novella coppia, anche da parte di chi non dispone al momento di danaro contante.

Ogni ospite che lo desidera inserisce Card, PIN e ammontare, e il tutto è trasferito sul conto della coppia il giorno successivo. Addio vecchia 'busta', insomma? Niente affatto: il sistema produce una 'ricevuta' elegante del versamento, completa di nome dell'ospite donatore e di un augurio che lo stesso può inserire a piacere.

La 'ricevuta' diviene dunque un cortese messaggio augurale che viene stampato già 'in busta' sul retro della macchina, e gli sposi potranno quando vogliono leggere i messaggi benevoli e fruttiferi.

Quella che può sembrare una stupidaggine o una cosa da poco (si tratta pur sempre di un Bancomat modificato) ci fa riflettere un pò: in effetti si tratta di una logica innovazione in un contesto culturale preciso.

 

Questione di tempo, ce l'avremo anche noi.