Nell’era del web 2.0 la proposta di matrimonio si fa con Google Maps

In quanti e quali modi si può porre alla partner la fatidica domanda: vuoi sposarmi? Se una cena al lume di candela vi sembra una mossa scontata, leggete quello che ha fatto Michael Weiss-Malik, un dipendente di Google, che ha scelto un modo davvero originale per chiedere alla sua Leslie di sposarlo: un bel cartello

In quanti e quali modi si può porre alla partner la fatidica domanda: vuoi sposarmi?

Se una cena al lume di candela vi sembra una mossa scontata, leggete quello che ha fatto Michael Weiss-Malik, un dipendente di Google, che ha scelto un modo davvero originale per chiedere alla sua Leslie di sposarlo: un bel cartello immortalato per sempre su Google Maps. Nell'era del web 2.0 anche la proposta di matrimonio deve adeguarsi!

Michael dice di aver voluto condividere con tutta la rete la sua felicità, ma alcuni hanno il sospetto che dietro a questo gesto ci sia la longa manus di Google, decisa a dare maggior visibilità e rendere più accettabile un servizio come Street View, criticato da più parti e sotto processo in decine di casi di violazione della privacy.  

Michael dice di aver colto l'occasione che gli si è presentata alcuni mesi fa, quando i vertici di Google hanno annunciato ai loro dipendenti che le automobili del servizio Street View, incaricate di fotografare le strade delle principali città, stavano per passare davanti alla sede di Mountain View, dove Michael è stato immortalato insieme a molti altri googlers mostrando bene il cartello con la sua proposta 2.0 (la proposta reale era già stata fatta) "Sposami Leslie!".

Mentre tutta la blogosfera attende la risposta di Leslie, Michael ha aperto un blog per pubblicizzare la sua impresa, dove tutti i romantici 2.0 possono dire la loro…