Lost Type Co-op, i font che paghi quel che vuoi

Font originali distribuiti con il modello pay-what-you-want

di cuttv


In principio fu In Rainbows, l’album dei Radiohead che ognuno poteva pagare quel che riteneva fosse la giusta cifra. Ora lo stesso meccanismo viene spesso applicato in rete a prodotti culturali e creativi di vario tipo, anche ai font, grazie all’iniziativa, unica nel suo genere, dei due graphic designer Riley Cran e Tyler Galpin che hanno fondato The Lost Type Co-Op.

Grazie al modello pay-what-you-want, (si può addirittura scaricare gratuitamente, digitando sh, magari per una prima prova, tornando poi a pagare il prodotto utilizzato!), The Lost Type Co-Op distribuisce font originali e di qualità, disegnati da un folto gruppo di designer di tutto il mondo, che vengono ripagati con le donazioni ricevute dalle rispettive creazioni. Lost Type infatti non trattiene alcuna percentuale sugli introiti.