Eccoci alla teoria assurda della giornata. Dunque, avete presente il film Frozen della Disney? L’avete visto? E’ stato un vero e proprio boom in tutto il mondo, dagli Stati Uniti all’Europa e ha avuto anche riconoscimenti durante l’ultima notte degli Oscar. Amatissimo da pubblico e critica, la pellicola è stata fortemente criticata dal pastore Kevin Swanson, della Chiesa riformata. L’uomo, durante una rubrica cristiana su una radio del Colorado, si è apertamente scagliato contro il film.

Ed ecco alcuni dei passaggi più folli, ascoltati da numerose persone (e chissà quanti gli avranno creduto o dato retta…)

“Sapete, questo piccolo film indottrinerà mia figlia di cinque anni a essere lesbica o a trattare l’omosessualità e la brutalità con leggerezza. Se fossi il diavolo, cosa farei per disgregare la società e insegnare qualcosa di davvero diabolico a bambini di 5, 6, 7 anni? Se fossi stato il diavolo mi sarei comprato la Disney nel 1984. Poi avrei iniziato a fare film, tutti questi piccoli e graziosi film che buttano lì delle cose che fanno sembrare il peccato allettante. Infatti alcuni dei peggiori peccati sono molto seducenti o almeno cominciano con una lenta dottrina, ti cucinano a fuoco lento finché non è troppo tardi”

La Disney come una sorta di lobby gay, di vera setta addirittura satanica (così definita dal religioso).

Al centro di questa crociata virtuale l’ultimo capolavoro Frozen e numerosi dei titoli precedenti. Perché tutti pensavano fossero cartoni animati ma Swanson ha capito il sottotesto misterioso (risata diabolica).

Ma per favore…

Via | Il Secolo XIX

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto