Sei vittima di bullismo gay? Perché non provi a cambiare prima tu?

I docenti non aiutano i ragazzi gay vittime di bullismo: li incoraggiano a cambiare prima loro


Un’indagine effettuata nella Contea dell’Essex, in Inghilterra, ha dato risultati inquietanti e davvero preoccupanti. I bambini vittime di bullismo, in diversi istituti scolastici, che si rivolgevano ai propri insegnanti, spesso venivano sgridati o invitati a cambiare. Qualcuno ti infastidisce? Perché non provi tu a comportarti in maniera diversa e a non dargli motivazioni per farlo ancora? Come a dire che il problema non è comportamentale da parte dell’aggressore. Meglio colpevolizzare la vittima.

Questi dati sono stati resi pubblici dal Daily Telegraph:

Alcuni casi rivelano come gli insegnanti fossero insensibili ai bisogni dei giovani sottoposti a bullismo e affermano che alcuni educatori avevano ricevuto “ben poche nozioni” su come aiutare i ragazzi a superare le sfide di ogni giorno. Se i ragazzi venivano bersagliati dai bulletti sarebbe stata insomma più che altro colpa loro, che si rendevano, con i loro comportamenti, “bersaglio dei bulli”

Reazioni comprensibili da parte delle associazioni gay:

“Sono sotto choc. È davvero desolante e dipinge un quadro in cui gli insegnanti si tengono le mani in mano e non cercano di difendere i ragazzi che stanno esprimendo le loro differenze”

A confermare questa indagine, le stesse parole di un ragazzino vittima di bullismo e testimone dell’indifferenza dei docenti:

“Mi hanno dato fastidio e gli insegnanti non hanno fatto granché. Non è che non volevano, è che non sapevano come fare”

I Video di Pinkblog

Irene Camber, oro olimpico ad Helsinki, compie 95 anni

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →