Giamaica: come reagirebbero i genitori se avessero un figlio gay?

La legge omofoba sarebbe sufficiente per far allontanare il proprio figlio o denunciarlo?

L’omofobia in Giamaica è diventata legge e, per assurdo, l’omosessualità un reato. Si rischia il carcere e i gay cercano a tutti i costi la sovraesposizione pubblica, vivendo il proprio quotidiano nell’ombra. Ma i genitori del Paese, come reagirebbero se scoprissero che il loro figlio è omosessuale? L’amore e il legame tra genitori e figli avrebbero la meglio sui pregiudizi e sulla legge? A dare una sommaria risposta ci ha pensato il Jamaica Observer, pubblicando una serie di risposte da parte di madri e padri giamaicani.

George H, padre di quattro figli ha detto che preferirebbe che la figlia fosse lesbica rispetto ad un figlio gay, ma comunque non incoraggerebbe nessuno dei due: “Potrebbe sembrare duro ma disconoscerei mio figlio”

Ha aggiunto che tratterebbe il figlio gay come se fosse un uomo armato: “Dovrebbe andare altrove a vivere la sua vita e non crearmi confusione sulla cosa”

Garfield, invece, padre di tre figli, ha detto che lo accetterebbe anche se ‘sarebbe difficile come l’inferno’. Ha anche detto che sarebbe più facile avere un rapporto con una figlia lesbica che con un figlio gay. Wayne W ha ammesso che non ucciderebbe uno dei suoi figli gay ma starebbe solamente lontano da lui.

Olivia J dice che lo caccerebbe di casa mentre Andrae T , ha assicurato che dovrebbe stabilire alcune regole per lui: ‘Niente vestiti stretti, niente capelli colorati o vestiti da drag”

Via | GayStarNews

Ultime notizie su Omofobia

Tutto su Omofobia →