Il nudo maschile di George Platt Lynes

Dalla fotografie di moda (che non amava) a quelle del corpo mashile (che adorava), la carriera di George Platt Lynes fu caratterizzata di diversi rovesciamenti di fortuna

di Giorgio


I suoi esordi nella fotografia sono legati al mondo patinato della moda, delle grandi riviste che hanno fatto la storia dello stile; di quello naturalmente più raffinato e spavaldo incarnato da mensili prestigiosi come Vogue ed Harper’s Baazar. In realtà George Platt Lynes (1907-1955) non se ne sentiva attratto, voleva ardentemente altro. Il suo desiderio era quello di fotografare il corpo maschile. Catturarne la bellezza. Svelarne il mistero.

Spalleggiato da alcuni amici, iniziò quasi per caso a fotografare la compagnia del neo fondato American Ballet di George Balanchine; quei corpi statuari lo portarono ad una ricerca sempre più attenta, sempre più mirata della fotografia, anche se il periodo non era certo dei più facili e l’ostilità per tali attività diventava subito minaccia. Sequestro.

A cavallo degli anni ’40 divenne, più per necessità che naturale passione, il fotografo delle dive (celebri i suoi ritratti di Katherine Hepburn e Gloria Swanson), ma anche questa attività, non particolarmente amata, naufragò più o meno miseramente, così una volta ristabilitosi a New York, Lynes potè ritornare al suo grande amore: il nudo maschile (davanti al suo obiettivo passò anche uno sconosciuto Yul Brynner). Purtroppo un tumore lo stroncò poco dopo, nel 1955 quando il fotografo aveva solo 48 anni e il suo talento, nel pieno della propria maturità, aveva ancora tanto da offrire.

I nudi di George Platt Lynes
I nudi di George Platt Lynes
I nudi di George Platt Lynes
I nudi di George Platt Lynes

Via | Queerarts

I Video di Pinkblog