I vescovi spagnoli ripartono all’attacco del matrimonio gay

Il cardinale di Madrid contro i matrimoni gay

di robo


Con la vittoria del PP i vescovi spagnoli si fregano le mani. Il cardinal Rouco Varela (in foto), arcivescovo di Madrid e presidente della conferenza episcopale spagnola (l’omologo di Bagnasco, per intenderci), ha subito offerto la sua “umile collaborazione” e il “sostegno spirituale” per tutti i cattolici del nuovo governo. Il porporato ritiene che esiste una qualche relazione tra la crisi globale, le sue conseguenza a livello planetario e il matrimonio omosessuale. Secondo il prelato:

Le cause più profonde della crisi sono, in sintesi, la perdita di valori morali che vanno di pari passo con il relativismo e la dimenticanza di Dio e della sua santa legge.

Quali le conseguenze di questo stato di cose? Semplice:

La corruzione politica ed economica, l’avidità, la ricerca del proprio interesse a ogni costo, il disprezzo della vita umana mediante politiche e condotte abortiste e anti-parto, lo scioglimento dell’istituto matrimoniale e della famiglia, la strumentalizzazione e il deterioramento dell’educazione.

I Video di Pinkblog

Campagna Adv Twenty Easy Kaos FW 12 13