Giovani, gay e senzatetto: ce ne sono moltissimi a New York

Il 40% dei giovani senzatetto di New York sono gay

di robo

Uno dei luoghi comuni su noi gay vuole che tutti noi siamo ricchi e viviamo in splendide case arredate alla perfezione e facciamo viaggi da far invidia a mezzo mondo. Il settore turistico, ovviamente, si fa in quattro per proporci mete gayfriendly da sogno il che suppone anche che la crisi non ha riguardato il portafoglio dei gay così come invece è successo con quelli degli etero.

Questi luoghi comuni diventano ancora più inconsistenti se si pensa che tra il 30 e il 40% dei giovani senzatetto di New York sono persone lgbt. Questa stima è stata annunciata qualche giorno fa dal dalla giornalista Margot Adler attraverso la National Public Radio. Secondo il la giornalista, tra il 30 e il 40% dei giovani senza tetto che mendicano nella città dei grattacieli sono gay, lesbiche, bisessuali o transessuali. Per farsi un’idea più precisa, c’è da tener presente che il totale dei i giovani indigenti che ogni notte girano per le strade di New York è calcolato in circa 4000 persone. Le cifre sono aumentate negli ultimi anni sia per la crisi economica (che riguarda tutti) sia perché molti adolescenti sono stati messi alla porta da genitori senza scrupoli che non ne accettano l’orientamento sessuale.

L’associazione Safe Horizon – formata da volontari che percorrono le strade della Grande Mela per assistere i giovani senza tetto e per offrire loro cibi, preservativi e informazioni di vario genere – segnala de decine di minori lgbt che si raccolgono nella zona di Christopher Street. Si tratta di una situazione preoccupante e anche illegale, dal momento che i genitori non possono buttare fuori di casa i propri figli minorenni.

Per fortuna ci sono società – come la Safe Horizon o la Reciprocity Foundation – che assistono questi ragazzi abbandonati a sé stessi e si preoccupano di trovare loro una famiglia disposta ad accoglierli.

I Video di Pinkblog

Eni: Palazzo Mattei si colora di arancione contro la violenza sulle donne