Fenidom: il preservativo al femminile parte seconda

Vi avevamo già parlato del Fenidom, il preservativo femminile lo scorso Giugno. Mi riaggancio al post di Silvia perchè è uscito sul New York Times un articolo che parla di una versione "migliorata" dagli scienziati, per rendere l'uso di questo preservativo meno ostico e più piacevole.

Nell'articolo si parla in effetti di una scarsa diffusione negli Usa di questo contraccettivo, così come in Africa dove le organizzazioni umanitarie cercavano di diffonderlo come contraccettivo ma soprattutto per evitare il contagio da AIDS.

La nuova versione sarebbe composta in poliuretano ma in uno spessore più sottile, per permettere di sentire meglio il calore, ed avrebbe dei punti adesivi per aderire meglio alle pareti vaginali e quindi assecondare i movimenti vaginali durante il rapporto.

Via | Jezebel
Foto | New York Times

  • shares
  • Mail