Hello Barbie, negli Usa arriva la bambola spiona

Mattel sta ricevendo attacchi e polemiche contro la Barbie che vìola la privacy dei bambini

A chi l’ha sempre considerata la regina delle bambole frivole, toccherà ricredervi. Da oggi, infatti, la Barbie diventa una spia dell’intelligence americana.

Si chiama Hello Barbie ed è l’ultima versione hi-tech della bambola prodotta da Mattel, attesa sul mercato già da Natale al prezzo di 74,99 dollari. Dietro a quel sorriso e a quella chioma platinata, infatti, si nasconde una tenace 007. La bambola è stata realizzata con sensori altamente tecnologici e un microfono nascosto nella collana che serve a captare le domande dei bambini, domande che verranno registrate e inviate Wi-Fi ai server di ToyTalk, azienda californiana specializzata in intelligenza artificiale che trasforma i suoni in testo, li analizza ed elabora la risposta corretta tra ottomila frasi preimpostate.

Non solo registra: come una buona spiona, infatti, la Barbie chiede e fa domande incalzanti, per indagare sulla vita quotidiana del suo piccolo interlocutore. Ad esempio, basterà dirle “Benvenuta a New York” che la bambola inizierà a fare una serie di domande su cosa ti piace della città, sul cibo preferito, su quello che ti piace fare durante il giorno,  dove ti piace andare e così via. Domande semplici e innocue, con la differenza che le risposte saranno salvate e  analizzate da server esterni.

Hello Barbie non sta suscitando attualmente molto successo tra il pubblico e non piace ai suoi acquirenti; la Mattel sta ricevendo numerosi attacchi a causa proprio di questa evidente violazione della privacy nascosta sotto il corpo scultoreo della bambola più famosa al mondo. Tra questi, Campaign for a Commercial-Free Childhood (CCFC), associazione statunitense per i diritti dell’infanzia che ha creato una petizione online contro la “Barbie origliatrice”, perchè potrebbe diventare  un potente strumento di marketing che sfrutta inconsapevolmente i feedback dei bambini.  Ma Mattel nega e dichiara che le conversazioni registrate sono protette e che non saranno usate per fini promozionali.

Ultime notizie su Natale

Tutto su Natale →