Phillip Parker aveva quattordici anni ed era originario di Gordonsville. Era gay e per molti questa sua natura era motivo e giustificazione per essere insultato, umiliato e anche aggredito. Pochi giorni fa si è suicidato, ha deciso di togliersi la vita perchè esasperato dalle continue vessazioni subite. Sua nonna, distrutta dal dolore, ha raccontato:

“A un certo punto ha iniziato a dirmi di sentirsi come un masso sul petto e che voleva solo togliersi questo peso per poter respirare”.

La famiglia di Phillip ha più volte denunciato la situazione alla scuola ma a nulla è servito. Anzi, il tutto è peggiorato, inutilmente. Fino a quando, Phillip ha deciso di dire addio a tutto e tutti. E ha rinunciato a vivere.

Via e foto | Autostraddle

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Eni: Palazzo Mattei si colora di arancione contro la violenza sulle donne