Anatomia del design Apple

Dal 1976 a oggi un video ripercorre attraverso il prodotti Apple l’evoluzione del design, e come questo abbia influenzato la moda.

Dal 1976 ad oggi la Apple non è stata un’azienda che ha seguito le mode del design, ma è stata una realtà così grande da dettare le leggi stesse di cosa potesse essere di moda e cosa no, cosa si potesse ritenere buon design e cosa no.

Il video, realizzato in 3Ds Max e V-Ray, inizia con la presentazione dei più noti prodotti di Cupertino, a partire dal 1976, anno in cui l’elettronica inizia ad acquisire una forma tale da poter essere fruita da sempre più persone.

Del 1984 è il primo computer che più si avvicina a quelli maggiormente conosciuti e diffusi, con schermo e tastiera, ma senza tower; seguono nel 1989 e 1991 le prime produzioni di computer portatili.

Nel 1993 esce il MessagePad, un’ulteriore evoluzione che apre le porte sempre di più all’utilizzo dei palmari. Nel 1999 il portatile assume le linee morbide e giocose dell’iBook, per poi passare nel 2006 a quelle più severe ed essenziali.

Nel 2007 è la telefonia a subire l’influenza della Apple, creando questa il suo primo cellulare, l’iPhone. Infine nel 2010 è il tempo dell’iPad, il tablet più famoso del pianeta.

Tante creazioni non sono state citate, pur se anche loro hanno contribuito alla storia della tecnologia e del design. A noi non rimane che continuare ad essere consumatori sempre più consapevoli non solo del design, ma di tutto ciò che dietro si cela.