Quanto spendono – e cosa vogliono – gli italiani che comprano design

Piccolo break dal Salone del Mobile 2012 con qualche numero da una ricerca Doxa per eBay.

Facciamo una piccola pausa dal Salone del Mobile 2012 per presentare una ricerca diffusa da Doxa e realizzata per conto di eBay su un campione di 1002 intervistati – se invece volete saperne di più sul futuro dell’e-commerce in Italia, date un’occhiata a Download, che oggi intervista Marco Ottonello, Responsabile Strategia e Sviluppo Area B2C di eBay.it. Ma stiamo sulla ricerca: il punto di partenza? Gli italiani e gli acquisti di design.

Ci sono un po’ di numeri interessanti per quel che riguarda gli italiani e gli oggetti acquistati sia online che nei negozi tradizionali. Se più di un terzo degli italiani ha in casa un oggetto “firmato”, quali sono le motivazioni che spingono all’acquisto? Per prima cosa l’originalità – secondo il 52% degli intervistati – seguita dalla bellezza estetica al 48%. Marchi e firma del designer? Meno importanti: fermi al 17%. Bene: ma una volta che gli italiani li comprano questi oggetti, dove li mettono in casa?Nel posto dove tutti possono vederli, ovvero in salotto. Almeno così ha risposto il 51% degli interpellati. Cosa comprano di preferenza? Classici: soprattutto lampade – al 40% – e divani – al 36%. In sintesi:

  • Un terzo (38%) degli italiani ha in casa almeno un oggetto di design
  • Il 38% degli italiani ritiene di possedere almeno un oggetto di design in casa: il 54% nella fascia d’età 15-24 anni e il 47% tra gli utilizzatori di internet
  • Motivazioni dell’acquisto? La qualità per il 43% del campione, il piacere di possedere qualcosa di esclusivo per il 25%, che fa tendenza per il 22%
  • Dove si mettono questi oggetti? In soggiorno il 51% del campione, in cucina il 22%, in camera da letto il 20%, appena il 6% in bagno. Solo il 2% acquisterebbe (online o offline) complementi d’arredo di design per giardino o terrazzo.
  • Ultime notizie su Salone del Mobile

    Tutto su Salone del Mobile →