Salone del Mobile 2012: il “Temporary Museum for New Design” e tutto il fuori del Salone

Salone del Mobile 2012: il “Temporary Museum for New Design” e tutto il fuori del Salone


Difficile – se non impossibile – riassumere questa edizione 2012 del Fuorisalone. Relativamente semplice identificare invece quello che è stato il luogo dove scovare le proposte più interessanti. Il “Temporary Museum for New Design” ha largamente mantenuto la promessa di Gisella Borioli: quel “meno fiera e più museo” che ha unito per il quarto anno grandi nomi e nuove, valide proposte grazie alla direzione artistica di Giulio Cappellini.

Aggirarsi lungo la direttrice del tema (“Telling a Story”) ha significato scoprire grandi progetti come quelli ospitati dallo spazio di Canon (davvero suggestivo il reticolo di migliaia di corde di pianoforte di “Spring” all’interno dell’esposizione “Neoreal In the forest“) e realtà più giovani come quelle del Creative Space della Serbia, unite in un circuito virtuoso con le imprese locali che hanno messo in produzione i lavori scelti grazie a un concorso.

Natura e sostenibilità come linee guida costanti: sia nella imponente installazione “Inspire” di Foscarini con la scenografia curata da Vicente Garcia Jimenez e i video di Massimo Gardone, che negli allestimenti minimal ed essenziali dello spazio svedese. E ancora lavoro e ricerca sui materiali, ben sintetizzati dalla commistione di fibra di carbonio e rivestimento in alcantara della sedia di Toshiyuki Kita (che ha segnato un ritorno del Giappone insieme ai dieci anni celebrati da Nendo con Oki Sato e Akihiro Ito) o dalla collettiva del Danish Design Centre che ci ha traghettato negli spazi più vitali e vicini al mondo dell’arte dell’Extension al Superstudio 13 di via Forcella con lo urban living di Howe, ma – soprattutto – con il Dennis Pop-up Design Center: artigianato e sperimentazione all’aria aperta per seguire il processo di realizzazione dei prodotti on-demand.

Altrettanto vitale il vivaio del “Basement” nello spazio del Superstudio Più: novanta giovani proposte dall’Italia e dal Mondo, in un’attitudine generale che ha unito tentativi coraggiosi e rigore, passione e voglia di spostare paletti nel rispetto di tradizione e esigenze di mercato. Poca o limitata ad alcuni – felici – episodi la comunicazione e l’integrazione con i social network. Intensivo (forse troppo) l’utilizzo dei codici QR in tutta la zona Tortona da parte di molti nomi emergenti, molto buona e ulteriormente migliorata la copertura degli eventi via smartphone, intelligente l’esperimento ai confini del guerrilla marketing di “Fernandito”: il cocktail che era possibile ordinare e ricevere in pochi minuti, indicando con un hashtag su Twitter la propria posizione.

Due le considerazioni a margine da riprendere: quella sui numeri che ci raccontano gli italiani e gli acquisti di design di cui vi abbiamo già parlato e quella – altrettanto rincuorante – pubblicata dal magazine “IL” del Sole 24Ore, con l’editoriale di Christian Rocca che ha incontrato Mario Bellini. Nonostante la ‘doccia fredda’ iniziale (“la ‘scuola italiana di design’ non c’è più da parecchio tempo”), la conversazione verte rapidamente su “l’intero sistema del design italiano” che “è comunque diventato il perno del nuovo mondo del design globale” e sulle nuove prospettive garantite da un “solido sistema di impresari capaci di attrarre i più talentuosi designer del mondo”. Appuntamento al prossimo anno per valutare i risultati di questa intensa settimana e dello stato di design e creatività Made in Italy.

Foto | via

Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il
Salone del Mobile 2012: il

Ultime notizie su Mostre

Tutto su Mostre →