I dati Sita Ricerca parlano chiaro: il 2008 è un anno che conferma – e appesantisce – le previsioni delle rilevazioni precedenti per il settore dell'abbigliamento. L'arretramento complessivo è dell'1,2%, e solo la grande distribuzione chiude l'anno col segno più.

Diverso il clima nel segmento junior, dove si registra invece la tendenza opposta. Qui è la vendita al dettaglio a farla da padrona: i negozi multimarca pesano per il 32,6% sul sellout complessivo, il franchising arriva addirittura oltre il 35%. Si possono trovare le motivazioni più disparate per spiegare il fenomeno, dalla qualità dei prodotti (generalmente più alta nei monomarca), alla "coordinabilità" delle diverse linee. Come dire: le mamme d'Italia preferiscono spendere qualcosa in più, ma vestire il proprio bambino con gusto e praticità.

Questa tendenza favorisce chi ha fatto una scelta ben precisa, orientando la propria offerta prevalentemente sul mercato al dettaglio. Come Pixel, marchio abruzzese che dal 2000 opera nel mercato kids 0-14 anni, con una catena di negozi in franchising distribuita capillarmente in Italia e all'estero. L'azienda ha conosciuto quest'anno una crescita del volume d'affari superiore al 40%. "In un momento di grande crisi – dice Andrea Casalena, direttore commerciale di Pixel -, in cui il "turnover" tra punti vendita aperti e chiusi durante l'anno è mediamente negativo, noi stiamo crescendo". 82 i "Pixel store" attualmente in attività nel nostro Paese, più 10 all'estero (Spagna, Francia, Germania, Perù). E il calendario per la prossima stagione parla di un'ulteriore crescita: "Abbiamo in programma dieci nuove aperture – riprende Casalena -. Su tutto il territorio registriamo interesse per la nostra proposta, dal Piemonte alla Sicilia". Insomma la crisi c'è, è innegabile, ma le eccezioni ci sono, e hanno tutta l'intenzione di non perdersi nella massa che le circonda.  

Complessivamente il comparto pesa il 5% del giro d'affari del tessile moda. In valore assoluto, il fatturato ha superato i 2,6 miliardi di euro all'anno con una crescita nel 2008 del 3,6% rispetto allo scorso anno. Nel 2007, il periodo natalizio è quello che ha fatto registrare i più alti picchi di spesa, con un +5,1% per il bambino e un +6,5% per la bambina: valori che sembrano essere stati confermati anche nel 2008. Oltre al giro d'affari cresce anche il business per gli imprenditori: il settore dell'abbigliamento per bambini ha infatti fatto registrare la crescita del 16% di nuovi negozi nel ramo franchising.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto