O (Omicron): l’installazione di Romain Tardy e Thomas Vaquié

O (Omicron): l’installazione di Romain Tardy e Thomas Vaquié

Hala Stulecia, la struttura che ospita questa installazione, fu costruita nel 1913 nella città di Breslavia in Polonia dall’architetto e urbanista Max Berg. La Centennial Hall – questo il suo nome in inglese – doveva rivaleggiare nelle intenzioni con il Pantheon di Roma e diventò l’edificio con la più grande cupola in cemento armato del mondo (ben 65 metri di diametro).

Ispirandosi alle scenografie e le visioni di Fritz Lang e alle intuizioni del gruppo di avanguardia architettonica Archigram, Romain Tardy e Thomas Vaquié hanno realizzato questa incredibile installazione permanente che coniuga effetti visuali e un suggestivo sound design. “O (Omicron)” è un’esperienza fatta di luci e suoni, che vuole trasportare lo spettatore e il luogo che lo ospita in un futuro senza tempo.

(Dopo il salto, il video del making-of)