Cinquemila firme per le unioni civili a Roma

La Capitale, location della manifestazione annuale dell’orgoglio glbtq che riunisce l’intero movimento italiano, sarà capitale anche dei diritti, aprendo la strada alla tutela dei diritti dei conviventi, a prescindere dall’orientamento sessuale? Massimo Iervolino, segretario dell’Associazione Radicali di Roma annuncia:In due mesi abbiamo raggiunto le cinquemila firme necessarie per la presentazione in Consiglio comunale della delibera

di fpdr

La Capitale, location della manifestazione annuale dell’orgoglio glbtq che riunisce l’intero movimento italiano, sarà capitale anche dei diritti, aprendo la strada alla tutela dei diritti dei conviventi, a prescindere dall’orientamento sessuale?
Massimo Iervolino, segretario dell’Associazione Radicali di Roma annuncia:

In due mesi abbiamo raggiunto le cinquemila firme necessarie per la presentazione in Consiglio comunale della delibera popolare per l’istituzione del registro delle unioni civili a Roma.

Ma i radicali non si fermano: la campagna di sottoscrizione proseguirà infatti fino al 7 giugno. Iervolino spiega che

i Radicali, e tutte le forze politiche che ci hanno affiancato in questa avventura, vogliono inviare un messaggio forte al sindaco Veltroni e a tutta la giunta: speriamo di riuscire a discutere la delibera già nel mese di settembre.

Si annuncia infatti l’appoggio all’iniziativa anche da parte di Rifondazione Comunista, Verdi, Pdci e Sinistra democratica.
I gazebo per la raccolta firme saranno presenti anche sabato prossimo a piazza Navona, nel corso della giornata del “Coraggio laico”.

fonte: ansa

Ultime notizie su Gay Pride

Tutto su Gay Pride →