E' stata presentata stamane l'edizione Autunno/ Inverno 2009-2010 di Milano Moda Donna , la manifestazione dedicata al Pret a Porter femminile, che da mercoledì 25 febbraio, e per una settimana, si terrà nella città meneghina. 

A presentare l'evento l'assessore alla cultura Massimiliano Finazzer Flory e il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Mario Boselli, che durante la conferenza stampa ha criticato dapprima il comportamento degli stilisti: "Con grande fatica, ha spiegato il cavaliere, abbiamo spostato la settimana delle sfilate perche' gli stilisti dicevano che la stampa facendo da sabato a sabato disertava la manifestazione. Ma ora che l'abbiamo spostata da mercoledì a mercoledì, con un solo week end in mezzo, dopo 4 giorni pieni di eventi e sfilate le ultime giornate sono vuote"; poi il governo, colpevole di non dare alcun aiuto al settore. Soprattutto ai giovani.

Polemiche a parte, veniamo ai numeri. Saranno 231 le collezioni protagoniste, suddivise in 172 presentazioni e 92 sfilate (40 delle quali si terranno presso il Milano Fashion Center).

Migliaia gli addetti ai lavori attesi nel capoluogo lombardo: saranno più di duemila solo i rappresentanti dei media, di cui oltre mille già accreditati alla Camera nazionale della moda.

Quanto alle novità, ad annunciarle è l'assessore Finazzer Flory che ha presentato "Progetto Montenapoleone", ovvero una serie di iniziative volte a valorizzare uno dei quartieri di riferimento per la moda italiana e non, proprio durante la settimana dedicata all'universo del fashion. 

"Dopo le sfilate di moda, la sera, il Quadrilatero, da anni deserto, privo di eventi e di conseguenza di emozioni, riaccende le luci facendo risplendere i suoi simboli e la storia di cui è ricco", afferma l'assessore. Tre le vie verranno così organizzati concerti, sfilate d'auto d'epoca, conferenze e performances futuriste.

Di seguito la conferenza stampa:

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto