Psicologia e amore, ecco come comprendere meglio il partner

L'amore è il sentimento più bello del mondo, ma anche quello più complicato, che non sempre è facile da vivere: anche perché la vita di coppia non è mica così semplice. Ecco allora dal punto di vista psicologico che cos'è l'amore.

Psicologia e amore

L'amore è il sentimento più nobile e più bello, quello che gli esseri umani inseguono dalla notte dei tempi: a volte riescono a raggiungerlo, trovando l'anima gemella senza patire troppo, mentre altre volte fanno maggiormente fatica. E, invece, altre volte, non riusciamo a trovare la persona giusta, scoraggiandoci o continuando nella ricerca.

L'amore non sempre è facile da riconoscere: l'essere umano è molto bravo a fare errori di valutazione, lasciandosi scappare l'occasione e la persona giusta o, al contrario, vivendo accanto a persone che non fanno proprio l'una per l'altra. Del resto lo sappiamo tutti, l'amore annebbia la vista, non ci permette di avere una visione lucida del partner, che viene idealizzato.

Dobbiamo sempre ricordarci che l'amore non è mai uguale a se stesso: non possiamo pensare di provare gli stessi brividi dei primi giorni di fidanzamento dopo 30 anni di matrimonio, ma non per questo possiamo decretare la fine dell'amore. Questo potrebbe essere solo cambiato, essere cresciuto insieme a noi.

Bisogna fare molta attenzione a capire tutti i segnali dell'amore che cambia: dopo il primo periodo di folle passione, infatti, ci accorgiamo che l'altro è diverso da noi e, proprio in questo momento, potrebbero nascere le prime incomprensioni nella coppia. Non bisogna farsi prendere dal panico, non bisogna cedere alla rabbia e ai tradimenti perchè si pensa che l'amore sia finito.

Passata questa fase, la coppia diventerà più forte e noi potremo convivere con le nostre diversità, i nostri difetti e i nostri pregi. E sapremo comprendere noi stessi e la persona che ci sta accanto come non mai!

Via | Nienteansia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail