FRANCESCA B. ha presentato durante la settimana della moda la sua collezione di piccoli accessori e bijoux a Style box, dopo essere stata a Pitti Uomo di Firenze e a Premiere Class.

Francesca Bonanni, classe 1971, vive e lavora in Toscana, stimolata da studi, viaggi ed esperienze artistiche di vario genere, abbraccia la tendenza del ready- made: inizia così la ricerca di materiali inusuali per creare oggetti dal sapore vintage, ma permeati di un allure più contemporaneo, maturando la consapevolezza che il riutilizzo oltre un fine artistico acquisiva anche un significato ecologico altrettanto importante.

Un'indole creativa e irrequieta la spingono costantemente verso nuove sperimentazioni che con il tempo approdano alla creazione di gioielli: nascono così "ornamenti" consapevolmente superflui, ma animati da un pensiero profondo di vita vissuta e di esperienze consumate, con l'intenzione di trasmettere emozioni visive.

APOLLINAIRE.jpg CATULLO.jpg

La collezione 2009 per la donna si chiama "Poetry": argento e nappa si fondono e danno vita ad una collezione di gioielli dal sapore vagamente rock, che parlano attraverso le parole dei grandi poeti del passato: i tormenti amorosi di Catullo, la passione di Machado, l'irrequietezza di Emily Dickinson e la dolcezza di Apollinaire ci inviano messaggi sussurrati, stati d'animo, emozioni.

La collezione uomo ha alla base una costante ricerca che si muove tra design e tendenze moda, proponendo accessori che accostano ai modelli classici e vintage delle cravatte, delle sciarpe, dei papillons tutta una serie di tessuti inusuali, quali la maglia di jersey, la viscosa, il tessuto garzato. Francesca B. propone anche tutta una serie di spille realizzate con bottoni vintage originali, con una ricerca che spazia dagli anni '50 agli '80 che comprende pezzi in galalite, bachelite e cristalli Swarovski.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto