Alcune migliaia di persone sono scese in piazza ieri a Varsavia per la Parata dell’Uguaglianza, una manifestazione a favore dei diritti delle persone omosessuali, che in Polonia sono nel mirino da quando il potere si è concentrato nelle mani dei gemelli Kaczynski.

Dopo alcuni anni di divieti – poi censurati dalla Corte europea di Strasburgo – il Municipio della capitale non ha vietato il corteo del Gay Pride cui hanno partecipati anche politici europei e attivisti dei diritti civili arrivati da altri paesi dell’Unione.

Insieme all’Italia, la Polonia è l’altro grande paese europeo dove i diritti civili e la libertà delle minoranze sono in pericolo. Il Gay Pride del 16 giugno a Roma sarà il nostro appuntamento per difendere la laicità e promuovere l’uguaglianza.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Porsche 911 GT3 RS: grinta sportiva tedesca