L'autenticità Ray-Ban torna alla ribalta per raccontare una storia di stile e di successo attraverso una nuova collezione dei modelli Ray-Ban Clubmaster originali. Per rendere omaggio agli occhiali da sole più famosi ispirati allo stile degli anni ‘50 e ‘60, Ray-Ban Clubmaster presenta Ray-Ban Remasters: alcuni dei più interessanti artisti della scena musicale contemporanea propongono il loro brano preferito degli anni ‘50 e ‘60, interpretandolo in una versione personale ed esclusiva per Ray-Ban. Le esibizioni dal vivo si sono svolte a New York e Pechino, Milano sarà la prossima data.

L'estetica dei dettagli e l'eccellente qualità dei materiali fanno di questa nuova collezione Clubmaster, riproduzione autentica dell'originale arricchita da otto colori inediti, un tributo al modello che divenne simbolo della libertà, dell'indipendenza e dello spirito rock degli anni ‘50 e ‘60. Da sempre presente nel mondo della musica, Ray-Ban ha scandito il tempo su palchi e passerelle.

Icona degli anni ‘50, il modello Ray-Ban Clubmaster rappresenta il punto d'incontro ideale tra l'animo rock del passato e le tendenze del futuro. I Clubmaster hanno fatto la loro prima apparizione nel 1986, richiamando lo stile inconfondibile del ciliare anni ‘50. Oggi, con le loro linee semplici ma sofisticate, ringiovaniti da colori insoliti e seducenti, i Ray-Ban Clubmaster diventano un nuovo e irrinunciabile oggetto di stile. Ray-Ban Remasters promette di regalare un'esperienza unica e indimenticabile unendo il genio del principale fotografo britannico di moda e musica Dean Chalkley con il talento di giovani star del panorama musicale internazionale.

RB%203016%20985_2.jpg

Paolo Nutini, Ladyhawke e Young Knives sono solo alcuni degli artisti che hanno accettato di reinterpretare i loro pezzi preferiti, scelti tra i grandi successi degli anni ‘50 e ‘60, ispirandosi al modello Clubmaster. Ogni artista esprime con genuinità e disinvoltura la sua unica e inimitabile personalità che si combina alla perfezione con lo spirito indipendente e iconoclastico di Ray-Ban e del profilo Clubmaster, uno dei modelli simbolo del marchio.

Dean Chalkley ha immortalato i momenti più magici e le espressioni più eloquenti di tutti gli artisti in una serie di immagini esclusive che raccontano tutta l'avventura Ray-Ban Remasters, dalle registrazioni in studio fino alle esibizioni dal vivo.

Situato nella zona più trendy di Milano, l'esclusivo Padiglione Visconti ospiterà l'evento di chiusura di Ray-Ban Remasters, il 2 aprile 2009. Sul palco del Padiglione Visconti si avvicenderanno Paolo Nutini, Ladyhawke e Young Knives. Ci sarà anche il DJ Ben Westbeech, celebrità dello scratching che si esibirà dalla console per rendere l'evento Ray-Ban davvero unico.

Il 9 dicembre scorso, sul palcoscenico del Bowery Ballroom di New York si sono alternati il quintetto di Jacksonville Black Kids, le Ipso Facto e l'irriducibile edonista White Williams. Paul Sevigny, virtuoso dello scratching, si è esibito in un DJ set e ha contribuito a rendere davvero unico l'evento Ray-Ban che ha accolto numerose celebrità, tra cui Kevin Bacon, Maggie Gyllenhaal, Joshua Jackson e Diane Kruger. Il secondo atto si è tenuto a Pechino il 5 marzo 2009. Ogni singolo evento presenta in esclusiva e dal vivo gli artisti partecipanti al progetto Ray-Ban Remasters e le nuove versioni delle loro canzoni preferite.

RB%203016%20983.jpg RB%203016%20983_1.jpg RB%203016%20984.jpg RB%203016%20984_1.jpg RB%203016%20985.jpg RB%203016%20985_1.jpg RB%203016%20986.jpg RB%203016%20986_1.jpg RB%203016%20987.jpg RB%203016%20987_1.jpg RB%203016%20988-32.jpg RB%203016%20988-32_1.jpg RB%203016%20989-51.jpg RB%203016%20989-51_1.jpg RB%203016%20W0365.jpg RB%203016%20W0365_1.jpg RB%203016%20W0366.jpg RB%203016%20W0366_1.jpg

Le riflessioni di Paolo Nutini: "L'idea alla base del progetto Ray-Ban Remasters si adatta perfettamente alla mia visione musicale. Sono appassionato di tutti i tipi di musica anni ‘50, dal doo-wop al rockabilly, artisti come Elvis… Artisti di quel calibro avevano integrità, stile. Le loro canzoni sono senza tempo… E tutti questi valori sono riconducibili a Ray-Ban. Soprattutto al modello Clubmaster, un altro classico senza tempo."

Il commento di Ladyhawke: "Sono entusiasta di questa opportunità di fare una cover di una canzone anni ‘50 e di lavorare con Ray-Ban su questo progetto. Lavorare con Dean Chalkley è grandioso. Il marchio Ray-Ban è sempre stato associato a grandi musicisti e anche questo è molto stimolante. Ancora oggi Ray-Ban ispira le nuove tendenze con modelli classici e cool come il Clubmaster."

Le riflessioni dei Young Knives: "La canzone dei Soul Brothers ‘Keep it up' è incredibilmente semplice nell'arrangiamento ma ha un ritmo molto interessante che in realtà è difficile riprodurre dal vivo. La sfida era farlo sembrare di facile esecuzione. Siamo rimasti affascinati dalle armonie e dalla semplicità dell'off beat che caratterizza il pezzo. Volevamo partecipare al progetto Ray-Ban perché non ci eravamo mai cimentati prima con la musica degli anni Cinquanta, ma sentivamo di poterle rendere giustizia. È elettrizzante produrre un 45 giri come facevano a quei tempi, è una sensazione davvero speciale. Qualcosa di diverso dal solito."

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto