Il capo della Chiesa d’Inghilterra, Justin Welby, ha rilasciato alcune dichiarazioni sui matrimoni gay e i diritti Lgbt in occasione di una visita da parte di un gruppo di studenti musulmani, avvenuto ieri, 21 febbraio 2015, all’Accademia di St. Alban in Highgate, Birmingham.

L’Arcivescovo di Canterbury ha iniziato parlando del vero scopo delle nozze, secondo il suo punto di vista:

“Il matrimonio è tra un uomo e una donna per tutta la vita e l’attività sessuale dovrebbe essere limitato al matrimonio, concetto che è nelle leggi della Chiesa d’Inghilterra. Sono altrettanto consapevole che ho un sacco di amici gay e conosco la parte omosessuale del clero e stanno facendo un lavoro incredibile”

Welby ha rivelato di essere molto attento ai pensieri e alle parole del mondo Lgbt che si rivolge a lui e di non essere affatto disposto a discriminare:

“Sto ascoltando molto, molto da vicino per cercare di discernere ciò che lo spirito di Dio sta cercando di dirci. Vedo il mio stesso egoismo e la mia debolezza e penso a chi sono io per giudicare per i loro peccati, se hanno peccato. Non dobbiamo demonizzare e allontanare e odiare, cose come quelle sono davvero pericolose”

In passato l’Arcivescovo aveva ammesso più volte che di supportare il matrimonio tra persone dello stesso sesso e che la Chiesa ha fatto ‘gravi danni’ ai propri fedeli LGBTI.

Via | GayStarNews

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Porsche 911 GT3 RS: grinta sportiva tedesca