Tupperware Party

E’ sempre un piacere per me trovare siti di collezionisti (o malati mentali, decidete voi) che rendono pubblici archivi di vecchie pubblicità, cartoline o informazioni su un determinato argomento. Quello in questione è il mondo dei Tupperware. Oltre che a poterli comprare nei supermercati o nei negozi di casalinghi, l’azienda adotta un sistema di vendita


E’ sempre un piacere per me trovare siti di collezionisti (o malati mentali, decidete voi) che rendono pubblici archivi di vecchie pubblicità, cartoline o informazioni su un determinato argomento. Quello in questione è il mondo dei Tupperware. Oltre che a poterli comprare nei supermercati o nei negozi di casalinghi, l’azienda adotta un sistema di vendita molto efficace (che qualcuno poi studia sui libri di psicologia cognitva, come ad esempio sul Cialdini). Una signora invita a casa sua alcune amiche/vicine di casa, e decanta le qualità del prodotto offrendo dei pasticcini col tè in un vero e proprio party. Alla fine della riunione di sicuro qualcuno compra un prodotto, o perchè veramente interessate, o per sdebitarsi dell’ospitalità, o per emulare chi ne sta già comprando. Risultato? Milioni di fatturato annuo per la paura di sembrara scortesi.

(via Swissmiss)

I Video di Pinkblog