L’ultima generazione sexy degli elettrostimolatori

elettrostimolatore sexy per donneQuando vedo un elettrodo penso istintivamente a due cose: all’artrosi di mia nonna e ai tessuti rilassati dei glutei (sempre di mia nonna). Per un periodo ho cercato di convincerla che l’elettrostimolazione era la soluzione a tutti i suoi problemi, che tra un anodo e un catodo avrebbe trovato la felicità. Erano gli anni novanta e desideravo ardentemente il primo elettrostimolatore, un attrezzo grosso come un camper, che per qualche centinaia di lire ti risolveva tutti gli inestetismi.

Totalmente assuefatta dal potere della televendita, che si ripeteva sempre uguale ma sempre diversa poco dopo Mentana, poco prima di Beautiful, mi vendevo l’anima a Mastrota, infiocchettando come lui la scatola chiusa. Finalmente mia nonna decise di finanziare l’investimento e dopo poco tempo mi fu recapitato a casa il bolide miracoloso.

Per ben tre volte mi sono auto-immobilizzata in un groviglio di fasce elastiche, atte a posizionare una trentina di placche bagnate sui punti strategici del mio corpo, per ben tre volte ho regolato le manopole di tortura, per ben tre volte ho rinnegato la povera palestra per realizzare infine che l’elettrostimolatore non era cosa mia. Ho detto a mia nonna che non se ne faceva niente, che l’artrosi se la doveva tenere e a mio nonno che non era consigliabile convertirlo a carica-batterie da tenere nel bagagliaio.

Mi smentisca pure chiunque vanti piacevoli trascorsi in compagnia di un elettrostimolatore.

Oggi però, incrociando un aggeggio della tipica forma, capisco subito che non ha niente a che fare con le chiappe di mia nonna: si tratta invece di un apparecchio portatile che è in grado di trasmettere piacevoli sensazioni erotiche dalle caviglie alle parti migliori. Scettica, proseguo tuttavia nella lettura e scopro che questo “giochino spinto” si può usare in coppia, ti potenzia la climax e costa solo 139.95$. Al terzo capoverso lo voglio a tutti i costi quando ad un tratto immagino Mastrota che, dopo aver descritto l’imbottitura del materasso in fase preliminare, si sdraia nudo su una trapunta di nome “Romantica” e mi passa la voglia.

Battute su Mastrota

  • shares
  • Mail