Un archivio strepitoso e l'istintivo desiderio di ricercare il nuovo portano Roy Roger's a delineare naturalmente le linee guida alla collezione primavera estate 2010. Un mondo. Suddiviso per etichette che contrassegnano la natura dei capi: deluxe, bianca e  verde.

La linea d'elezione restringe l'obiettivo al colore che l'identifica, parliamo del Denim Color che si presenta  in una tintura solida, un tessuto che scarica e decolora come il Denim, versatile quindi come il jeans, che permette di lavorarlo e presentarlo in lavaggi più grintosi e più elaborati.

La femminilità è garantita dai tagli, le nuove Polo Female ne sono una dimostrazione, con una vestibilità molto aderente, maliziosa, e la scollatura diventa d'obbligo. L'appeal maschile acquista vigore proprio osando l'inconsueto, infatti ambedue sia uomo che donna sono presentate in tinta unita con colori brillanti eccentrici e nel classico rigato per calibrare a dovere grinta ed eleganza.

In più, nasce una collezione di giacche una campitura delicata su cotone/lino. I tagli accennati la scorsa stagione perfezionano la loro nitidezza, offrendo una sintesi di couture sportiva con richiami alla lavorazione del jeans per  un look giovane.

Etichetta Bianca: la linea che predilige la donna in tutta la sua essenza; etichetta che magnifica il jeans togliendo peso ed aggiungendo leggerezza con denim morbidi, spesso sottratti al rigore dei lavaggi ed esaltati dalla pura bellezza del filato. Resinature e spalmature uniche mai utilizzate sino ad oggi. Niente viene lasciato al caso, sono utilizzati accessori gioiello creati con una lavorazione tipicamente orafa, mixando strass e pietre dure, idonei a posarsi su jeans che solo un certo tipo di donna può indossare. Foulards di seta in varie fantasie vengono inseriti come cinture in molti modelli  impreziosendo ancor di più una linea che  fa già parlare di se.

Etichetta Deluxe: una ricerca superlativa definita dallo stesso staff creativo come “Country raffinato”cui fanno da contraltare le forme semplici, pulite, capi basici, vintage come per esempio la giacca “Barracuda” la giacca “Carceri” ed in ultimo la “Sahariana” modelli rivisti ed adattati ai nostri tempi. Sono le finiture, come sempre, a circoscrivere il mondo Roy Roger’s. Sono stati anche volutamente inseriti pantaloni da lavoro usando denim  cimosati.

Etichetta Verde: si conferma linea street wear, sempre con linee baggy, over per gli amanti del genere, lavaggi da veri intenditori su denim giapponesi completamente cimosati e di prima qualità.

In casa Roy Roger’s tornano le calzature, sempre interamente prodotte in Italia da maestri calzaturieri, professionisti nel renderle confortevoli e portatrici di uno spirito che suggerisce la moda invece di gridarla, si allinea alla filosofia estetica del marchio sin dagli esordi: riconoscibilità, forte identità, un modo proprio e personalissimo di dettare le tendenze. Sono presentati i mocassini, le polacchino, stivali, scarpe da barca in denim e denim color: sono scarpe stone washed, effetto usato, invecchiato,  che danno una nuova immagine  alla solita scarpa leggera ed estiva. 

Linea beachwear: dopo l’enorme  successo del costume con l’esatto taglio del jeans 5 tasche continua il viaggio Roy Roger's nel mondo del beachwear processo di ricerca di esclusività e originalità.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto