Sono oggetti preziosi, prodotti in edizione limitata, gli anelli di Claudia Hamers, arrivata a Milano dall'Olanda dopo gli studi di Industrial Design a Delft. Per quindici anni, ha fatto la stilista proponendo idee innovative ai leader internazionali del jewellery (da Pomellato a Cassina fino a Folli Follie), ora Claudia si dedica alla sua collezione, disegna sopratutto per chi ama il bello.

La combinazione di sei metalli diversi in un anello, l'incassatura integrata nella pietra o pietre che si muovono con tinte tenui, trasparenti e luminose sono esempi della sua particolare innovazione, che ha rubato al design "classico" un approccio che unisce l'invenzione strutturale al rigore progettuale, nel rispetto dei canoni della tradizione orafa italiana.

claudiahamers1.jpg claudiahamers2.jpg claudiahamers3.jpg claudiahamers4.jpg

L'impostazione progettuale è altamente tecnologica e parte dall'elaborazione in 3D del modello, poi la realizzazione del "Rapid Prototyping" in resina a cui segue il processo di fusione. Infine la scelta della pietra (diamante nero, opale di fuoco, granata mandarino, ossidiana nera, iolite blu, fosfosiderite lilla) in base alla sua specificità affinchè entri in dialogo con il materiale della struttura, che sia l'oro – bianco, giallo o rosa oppure il titanio o l'acciaio.

Il risultato è una collezione di 15 anelli, in edizione limitata e personalizzabili.

Abbiamo incontrato Claudia nella sua recente presentazione milanese. Ecco la nostra intervista.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Porsche 911 GT3 RS: grinta sportiva tedesca