Love me tender, da Didier Faustino la sedia che è una metafora dell’amore

Love me tender, la sedia in edizione limitata di Didier Faustino per il marchio Super-ette

di giulia

Fa male, l’amore? Punzecchia, ci irrita, o arriva addirittura a trafiggerci? O forse, più che altro, è destinato in un modo o nell’altro a lasciare il segno, certo con una certa tensione, anche nel nostro mondo domestico e nel nostro spazio abitativo?

La pensa così Didier Faustino, artista designer da sempre attento a mettere in scena attraverso oggetti provocatori storie e metafore della nostra società. Come nel caso di Love me Tender, la sedia in acciao inox, ora prodotta dal marchio Super-ette, che dimostra il suo mordente proprio grazie alle sue gambe appuntitissime: scaricando il peso di chi vi si siede, marchieranno progressivamente il pavimento dove si appoggiano.

Ne dice Faustino:

“Love Me Tender vuole rendere il corpo nuovamente consapevole dei gesti più banali. Il corpo prende possesso di uno spazio che graffia. L’abitare si trasforma in un tentativo piccolo ma reale, una maniera di macare il proprio territorio.”

Realizzata in soli 100 esemplari, Love me tender è destinata ad un collezionismo colto che si divertirà a mettere in mostra, nei suntuosi spazi delle proprie case, l’ironia un po’ feroce di quest’oggetto poco ragguardevole delle convenzioni e delle funzionalità più consolidate.

Via | Muuuz

I Video di Pinkblog