Curatevi: siete tutti malati!

Curatevi, siete tutti malatiAnche gli uomini, al pari delle donne, avrebbero la loro menopausa, dovuta a un lento calo degli ormoni maschili. Conseguenze: una sorta di crepuscolo della virilità e sintomi come calo del desiderio, erezioni meno forti, minori capacità sportive, depressione, perdita di peso, sonnolenza, riduzione della capacità lavorativa. Secondo varie campagne di sensibilizzazione,

Curatevi, siete tutti malati



Anche gli uomini, al pari delle donne, avrebbero la loro menopausa, dovuta a un lento calo degli ormoni maschili. Conseguenze: una sorta di crepuscolo della virilità e sintomi come calo del desiderio, erezioni meno forti, minori capacità sportive, depressione, perdita di peso, sonnolenza, riduzione della capacità lavorativa. Secondo varie campagne di sensibilizzazione, l’andropausa è un problema sottovalutato che andrebbe invece affrontato, anche con farmaci.

E’ ciò che dicono le ricerche scientifiche degli ultimi tempi, ciò che leggiamo sui giornali specializzati. Tranquilli: le cose non stanno esattamente così.

Come ormai da tempo si dice (ne abbiamo parlato anche in questo blog a proposito della pillola arancione) sembra che varie industrie farmaceutiche sovvenzionino convegni e perfino associazioni di pazienti per richiamare l’attenzione su alcune malattie ‘decise a tavolino’. L’industria della salute in pratica, per assicurarsi una continua crescita del mercato, sta trasformando normali alti e bassi della vita quotidiana, disturbi lievi e comuni, in malattie potenzialmente serie per cui è necessario assumere farmaci. Un fenomeno su cui medici, ricercatori e giornalisti specializzati cominciano a mettere in guardia. Uscirà ad aprile Gli inventori delle malattie (Lindau) del giornalista medico Jörg Blech, che segue di pochi mesi il libro Farmaci che ammalano (Nuovi Mondi Media) di Ray Moynihan e Alan Cassels.

Fonte : Panorama

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona