Menopausa chirurgica e vita sessuale

Avere un atteggiamento più conservativo nei confronti delle ovaie per prevenire il calo del desiderio e problemi nel raggiungere l’orgasmo nella donna in menopausa chirurgica

Menopausa chirurgica e vita sessuale



In uno studio che sarà pubblicato nel numero di  Marzo 2006 dal Journal of Sexual Medicine, dei Ricercatori hanno scoperto che le donne in menopausa chirurgica, a seguito di isterectomia e asportazione delle ovaie, se messe a confronto con donne in pre-menopausa, o con donne in menopausa per vie naturali, hanno un maggiore rischio di vedere diminuito il loro desiderio sessuale, oltre a maggiori difficoltà di raggiungere il piacere.
Lo studio, denominato "Hypoactive Sexual Desire Disorder in Menopausal Women: A Survey of Western European Women," ha riguardato 1685 donne di età compresa fra i 20 ed i 70 anni, residenti in Francia, Germania, Italia e Regno Unito. Nel decidere di fare questa operazione chirurgica, suggeriscono i Ricercatori, le pazienti ed i ginecologi dovrebbero tenere in considerazione il fatto che vi potranno essere dei cambiamenti nella vita sessuale della donna, quasi certamente dovuti ad un fatto ormonale.  La Dr.ssa Alessandra Graziottin, co-autrice della ricerca e Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele di Milano ha dichiarato che questi problemi relativi alla menopausa prematura sono ancora poco considerati. I chirurghi dovrebbero avere un atteggiamento volto in misura maggiore alla conservazione delle ovaie, che svolgono un importante ruolo nella vita sessuale della donna. La rimozione delle ovaie per prevenire l’insorgere del cancro –conclude la Graziottin – è l’unico caso in medicina in cui viene rimosso un organo sano, nel timore che possa ammalarsi.

Fonte: Blackwell Publishing Ltd.

Dott.ssa Giuliana Proietti AnconaTechnorati Profile