In carcere per amore

Una coppia torna in libertà dopo 4 anni di carcere: il loro ‘reato’ è stato quello di essersi innamorati e sposati contro il volere delle famiglie

Oggi credo che la prima pagina di questo Blog se la sia sicuramente meritata questa coppia che vedete accanto, di origine pakistana. Sodi, 23 anni, e suo marito, Abdul Hakeem Kashkeli, 26 anni, i quali sono comparsi stamattina nel Tribunale della città meridionale di Hyderabad dove il giudice ha ordinato il loro rilascio. Non sono né spacciatori di droga, né terroristi, né gestori del torbido mondo della prostituzione: sono semplicemente due giovani, in prigione da cinque anni (cioè dal 2001…) solo perché si sono sposati senza il consenso delle famiglie.

La corte ha ascoltato il maulvi, o predicatore musulmano, che aveva celebrato il matrimonio, e ha rigettato il caso di adulterio, ha detto l’avvocato della difesa Khuda Baksh Leghari.

Ogni anno, centinaia di donne pakistane divengono vittime dei cosiddetti omicidi per onore per essersi sposate senza il consenso della loro famiglia, specialmente nelle aree rurali conservatrici. Altre finiscono in carcere dopo che i familiari presentano denuncia per adulterio.

Fonte: Reuters

Commento: E pensare che una coppia su tre, in Italia, non arriva nemmeno a cinque anni di matrimonio!

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona