La naturalezza della violenza: Albano da una sberla a Christine del Grande Fratello

Riprendo la notizia dagli amici di Gossipblog, che hanno trattato il fatto con un sondaggio tra il serio e il faceto a cui vi invito a partecipare. Il video dello "schiaffone" (facendogli un complimento) dato da Albano Carrisi a Christine del Rio, attuale concorrente del Grande Fratello, era stato trasmesso da Striscia La Notizia qualche giorno fa, in occasione della consegna del famoso tapiro di Striscia la notizia ad Albano.

Riassumendo l'accaduto vi dirò che l'onta che fa scaturire il gesto di Albano è la vista di un microfono di forma fallica che Christine, ai tempi inviata della trasmissione tv Balls of Steel, porge al cantante. Questa visione scatena l'ira funesta di Albano che sceso dalla macchina va a cercare Christine: le immagini e l'audio parlano da sole.

Albano alla consegna del tapiro giustifica la sua reazione dicendo che voleva proteggere i bambini presenti dalla vista di quell' "oggetto". Mi auguro che quei bambini non abbiano spauracchi relativi ai propri "oggetti" con cui in futuro avranno a che fare per una vita sessuale, che spero per loro sarà appagante e priva di taboo o repressioni.

Ho volutamente aspettato qualche giorno a postare sull'argomento per vedere il tipo di batage mediatico che poteva risuonare da un gesto del genere. Non ho trovato quello che avrei sperato, non ho letto o sentito commenti che deprecassero fermamente un gesto del genere.

Forse perchè commesso da un idolo nazional popolare come Albano può fare meno impressione? Forse perchè Albano è un pezzo di storia della musica italiana e di costume? Chiunque non può che sorridere pensando alla coppia Albano-Romina, a "Felicità" e tutte le apparizioni sanremesi, ad Albano che imita Enzo Paolo Turchi all' Isola dei Famosi.

Chiunque conosce i momenti di estrema tristezza della sua vita privata che suo malgrado, da personaggio dello spettacolo, ha visto divulgati al grande pubblico. Forse per tutto ciò è assurto a personaggio liminare, tra la tv e la realtà famigliare-sociale di ciascuno di noi? Chi di noi non ha un conoscente, un parente un vicino di casa che potrebbe essere "un Albano".

Una signora nel video si preoccupa di chiedergli con voce allarmata "Albano che succede?" come si direbbe ad un amico in difficoltà, mentre alla povera Christine, insultata e picchiata nessuno - almeno da quanto si vede - si è rivolto a prestare un pò di supporto morale o chiedere come andasse.

Mi terrorizza l'implicita "naturalezza" che è passata nei confronti di un gesto del genere. Forse il fatto viene implicitamente sminuito nella sua gravità dall'immagine del personaggio che l'ha compiuto?

Quanti uomini, padri di famiglia trovano altrettanto facile rivolgersi in quel modo ad una donna e si sentiranno autorizzati a farlo, visto che "l'ha fatto vedere anche la TV", da un signore come Albano.

Quante donne si sentiranno meno vittime ed in dovere di ribellarsi perchè hanno visto che "l'ha fatto vedere anche la TV" e nessuno si è scaldato più di tanto per criticare il gesto? In un paese dove a confronto c'è stato più interesse sulla stampa e tv per i nuovi giocatori di Inter e Milan o per il divorzio-matrimonio di Sarkozy, un atto del genere non merita grosse prese di posizione.

Considero il gesto ingiustificabile, per nessun tipo di motivazione si voglia addurre (stress da personaggio pubblico, gesto irriverente ecc...). Quello che ho visto io era un uomo che alzava le mani su una donna, e non era per legittima difesa della propria incolumità. Il resto non esiste.

  • shares
  • Mail