8 Marzo: festa della donna e del rene

analisi gratuite ai reni l\'8 marzoErrata corrige al calendario delle ricorrenze: l’8 Marzo non è più solo la giornata delle donne ma anche quella dei reni. Nelle principali piazze italiane, oltre alle bancarelle che vendono mimose, verranno parcheggiati dei camper predisposti dalla Fondazione italiana del rene Fir e dalla società di Nefrologia Sin, dove, indipendentemente dal sesso di appartenenza, le persone che lo desiderano potranno farsi controllare la pressione arteriosa e il livello di creatinina nelle urine. Inoltre in 200 laboratori italiani saranno effettuate gratuitamente le stesse analisi. L’iniziativa è stata introdotta per sottoscrivere il World Kidney Day, (anche se qui leggo, e sarà pure vero, che le fashion victims rischiano guai ai reni a causa dell’ombelico scoperto)

L’8% della popolazione italiana soffre di malattie renali di varia entità, tra cui 46mila pazienti che vivono costretti a dialisi. Le patologie connesse al cattivo funzionamento del rene sono in costante aumento anche perché collegate alla crescente diffusione dell’obesità nel nostro paese, come in molti altri.

Pare che i nefrologi italiani siano tra i più bravi al mondo ma, come è noto, dispongono di pochi capitali per le strutture e la ricerca. Giuseppe D’Amico, il presidente della Fondazione omonima per la ricerca sulle malattie renali, lamenta il fatto che le nefropatie siano ancora classificate come “malattie rare” dai Ministeri e dalle autorità.

Non so voi, ma io alla mimosa in sé non ci tengo affatto, la preferisco attaccata all’albero. Piuttosto andrò a dare una controllatina ai reni, che neanche mi ricordavo di averceli.

  • shares
  • Mail