Con i saldi, le strade del centro si preparano a diventare dei campi di battaglia e i negozi/fortini si arrendono al periodico assedio estivo aprendo le porte a orde di shopaholic, più o meno agguerriti.

Tuttavia, come recenti ricerche stanno dimostrando, andare in giro per saldi non è più, percepito come un momento appagante dedicato a sé stessi e alla soddisfazione di sfizi a lungo sopiti. Al contrario: è diventato un vero e proprio tour de force, fatto di alzatacce, resse, code, rinunce e brutte sorprese, a cui sempre più italiani preferiscono rinunciare.

E se il detto popolare suggerisce "mal comune mezzo gaudio", la formula è altamente sconsigliata nel periodo dei saldi in quanto il rischio di emulazione è forte e fare shopping con un amico porta a spendere di più.

Ancora peggio è decidere di coinvolgere nell'impresa il proprio partner. Se lei lo annienta con ore di attesa fuori dal camerino e consigli a mitraglietta sui suoi acquisti (salvo poi imporre il proprio veto a qualsiasi tentativo di emancipazione maschile nella scelta del proprio guardaroba), lui la ripaga con penosi tentativi di simulato interesse o peggio ancora con secche verità autostima-killer.

Crisi del settimo anno? Roba vecchia! Per testare la solidità della coppia basta riuscire a superare insieme una giornata di shopping da saldi!

Non c'è da stupirsi quindi se sempre più italiani preferiscono prendere un PC, connettersi ad internet e digitare privalia.com, il club privato online che organizza, in esclusiva per i suoi soci, vendite di grandi marchi italiani ed internazionali con sconti fino al 70%, tutto l'anno.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto