Matrimonio, croce e delizia: A Bad Bride’s Tale di Polly Williams

Amore, matrimonio, orologio biologico che corre… tutti elementi che si prestano alla più tragica delle considerazioni – specie se considerati insieme – o alla più rosea delle previsioni di vita prospera e felice. È su questa ambiguità che gioca, con leggerezza, A Bad Bride’s Tale, il secondo romanzo di Polly Williams, già autrice di Vita bassa e tacchi a spillo.

È la storia di Stevie Jonson e delle sue paturnie prematrimoniali. Il tempo passa e la data fatidica si avvicina, ma è davvero così convinta di voler trascorrere proprio con lui la sua vita, arrivare a radersi le gambe di fronte a lui, guardando la tv senza nulla da dirsi, a letto, la sera?

Tra trovate esilaranti, ma dal risvolto riflessivo, e tutti i dubbi di ogni donna sulla soglia dell’altare (una lunga storiografia di donne fuggite dai gradini della chiesa lo dimostra), il libro è godibile e divertente. E in qualche caso si finisce anche per riconoscersi un po’…

  • shares
  • Mail