San Valentino: una cena per due... come prenderlo per la gola

Abbiamo già parlato dei tanti modi per sedurre un uomo, e oggi, San Valentino, quando ormai tutto è pronto, suggeriamo il più goloso di tutti: un menù “galeotto” per amanti, fidanzati e mariti.

Per questa magica serata non serve andare alla ricerca di pietanze dal potere afrodisiaco, basta qualche idea giusta e un pizzico di organizzazione per improvvisare in poche mosse una splendida cenetta tête-à- tête, impreziosita dai dettagli che la nostra fantasia sarà capace di aggiungere.

Pinkblog vi propone un menù insieme romantico, elegante ed esotico, ricette tratte da “Cucina no problem”, “Speciale carne” e “Dolci che passione”, divertenti, sfiziose e soprattutto rapide, particolarmente indicate per le indecise dell’ultimo minuto. A voi la scelta!

AntipastoFagottini bresaola, funghi, rucola e noci. Ingredienti – 10 fette di bresaola, 100 gr di funghi champignon, 50 gr di gherigli di noci, 50 gr di rucola, 50 gr di parmigiano, un mazzetto di erba cipollina, 1 limone, olio, sale e pepe. Tempo di preparazione: 25 minuti.

Pulisci i funghi champignon rapidamente, poi tagliali a lamelle e irrorali con qualche goccia di limone perché non anneriscano. Condisci con olio, sale e pepe. Mescolali ai gherigli di noci (o di pistacchi) spezzettati, alla rucola e al parmigiano a scaglie (anche grattugiato va bene). Ora stendi le fette di bresaola e farciscile con un cucchiaio di ripieno. Arrotolale formando dei fagottini sigillati con uno stelo di erba cipollina

Consiglio: si possono accompagnare con salatini giapponesi, cracker di riso o micro-bruschette al pomodoro. Vino: Gewurztraminer, note fruttate, floreali e spezziate ottimo con gli aperitivi.

PrimoTortine di polenta formaggi e frutta secca. Ingredienti – 200 gr di polenta rapida, 90 gr di gorgonzola dolce, 90 gr di crescenza, 40 gr di radicchio rosso, 5-6 gherigli di noci, 3 cucchiai di mostarda di frutta, sale e pepe. Tempo di preparazione: 40 minuti.

Porta all’ebolizzione 1/2 litro di acqua (o quanto indicato dalla confezione della polenta). Unisci un pizzico di sale. Aggiungi la polenta a pioggia e lascia cuocere per circa 10 minuti (o per il tempo specificato), mescolando con un cucchiaio di legno. Stendi la polenta su una teglia bassa rivestita precedentemente con carta da forno bagnata e strizzata (delicatamente). Ora prepara il ripieno. Pulisci le foglie di radicchio, lavale, asciugale e tritale. Dividi a metà i gherigli. Tagliuzza i pezzi di mostarda a dadini irregolari. Dividi gorgonzola e crescenza (piuttosto solida) a tocchetti. Taglia la polenta ormai raffreddata con uno stampino rotondo (circa 5-6 cm) per ricavare le tartine. Scalda il forno a 200° C. Allinea le tartine sulla teglia (dopo aver eliminato gli scarti della polenta ma lasciando la carta da forno) e infornale per 3 minuti. Sforna la teglia. Completa metà tartine, ancora calde, con pezzetti di radicchio-crescenza-noci, e l’altra metà con pezzetti di gorgonzola e mostarda. Spolverizza con pepe e servi.

Consiglio: Vino – Nero d’Avola, note frutti maturi, iris e spezie. Va servito in calice fine, molto ampio e trasparente.

SecondoStrisce di manzo con arancia e zenzero. Ingredienti: 300 gr di lombo di manzo disossato e tagliato a strisce sottili, 1 arancia, salsa di soia, farina, radice di zenzero, 1 carota tagliata alla julienne, 1 cipollotti tritati finemente, olio di sesamo. Tempo di preparazione: 1 ora.

Mettete la carne in una scodella e unite la scorza e il succo dell’arancia. Se possibile lasciate riposare per circa 30 minuti. Scolate il succo d’arancia e mettete da parte la carne, quindi unite (al succo) la salsa si soia, la farina, lo zenzero e mescolate. Scaldate l’olio in una padella antiaderente e versate la carne. Lasciate soffriggere a fuoco lento per un minuto abbondante, finché non inizierà a prendere colore, cuocete invece per altri 2-3 minuti a fiamma moderata. Unite al resto il cipollotto e il succo messo da parte, mescolando fino a completare la cottura. Servite caldo. Potete adagiare il tutto su un letto di germogli di soia.

Consiglio: se non avete l’olio di sesamo oppure non vi piace il gusto, potete utilizzare tranquillamente quello di semi di girasole, oppure l'olio aromatico piccante, o di noci e nocciole. Vino: Nero d'Avola.

DessertCréme Brulée ai frutti della passione. Da preparare con qualche ora d’anticipo. Ingredienti (per 6 persone): 1 uovo intero, 5 tuorli, 600 ml di panna liquida (no da cucina tipo "Oplà"), 125 gr di polpa di frutti della passione, 1 cucchiaio e ½ di zucchero di canna, 1 cucchiaio di zucchero a velo. Tempo di preparazione: 40 minuti.

In una ciotola sbattete insieme con una frusta elettrica l’uovo intero, i tuorli e lo zucchero finquando non risulterà una miscela pallida e densa. Versate la panna in una casseruola e scaldatela a fiamma bassa senza farla bollire, e poco alla volta incorporate il miscuglio all’uovo. Appena avrete ottenuto un composto omogeneo, allontanatelo dal fuoco e trasferitelo in una terrina. Frullate la polpa dei frutti della passione e combinate la purea nel miscuglio alla panna. Amalgamate tutti gli ingredienti con un mixer elettrico e quando la crema sarà omogenea e uniforme versatela all'interno di alcuni stampi. Sistemateli ora in un vassoio da forno, versate abbastanza acqua bollente finché non restino immersi per metà, quindi infornare a 180 °C per circa 30 minuti. A cottura ultimata, tirate fuori dal forno e lasciate raffreddare. Ora mischiate lo zucchero di canna con lo zucchero a velo. Spolverizzate sulla superficie di ciascun dessert e riponete in frigo per 1 ora. Dopodiché mettete gli stampini nel forno per qualche minuto in modo che lo zucchero si sciolga formando uno strato scuro. Risistemate in frigo per 3 ore. Ora è pronto per essere servito in tavola.

Consiglio: Vino – Moscato d’Asti.

Dessert-bisFonduta di frutta al cioccolato. Da preparare all’ultimo minuto. Ingredienti: 200 gr di cioccolato fondente, 1,5 litri panna fresca liquida, 1 ananas, 12 fragole, 8 alchechengi, 4 kumquat (mandarini cinesi), 8 lingue di gatto, piccole meringhe. Tempo di preparazione: 20 minuti.

Immergete le fragole in una ciotola con acqua fredda e asciugatele delicatamente senza togliere il picciolo. Stesso procedimento per i mandarini cinesi. Rovescia le membrane degli alchechengi e puliscili con un panno umido. Sbuccia l’ananas e tagliala in 8 spicchi. Disponi al centro di un piatto piano, una ciotola (tipo da pinzimonio ma più grande). Distribuisci ai lati la frutta, i biscotti e le meringhette. Ora tagliuzza grossolanamente il cioccolato e trasferiscilo in un pentolino con i bordi alti inserito in una casseruola piena d'acqua in leggera ebollizione (“a bagno Maria”) fino a farlo fondere completamente. Incorpora lentamente la panna e mescola bene, ma senza farlo bollire. Una volta fusa, versa la fonduta nella ciotola che avevi predisposto e servi con forchettine da fonduta (o da frutta).

Consiglio: si può provare a variare i sapori con arance non trattate tagliate a spicchi con la buccia, o pere e banane a fette irrorate di succo di limone per non farle annerire. Invece, per stupire con gusti unici, potete aggiungere al cioccolato fuso un bicchierino di rum, oppure un cucchiaino scarso di cannella. Ma se volete osare provate con qualche grano di pepe rosa frantumato oppure con un pizzico di peperoncino rosso in polvere. Vino: Passito di Pantelleria, profumo intenso e persistente con sentore di fichi secchi, albicocche e miele va servito in calice a tulipano.

Non mi resta che augurare a tutti un buon San Valentino. E ricordate, tutto ciò che è fatto col cuore, è sempre ben fatto.

  • shares
  • Mail