Primo appuntamento perfetto? Delusioni in vista...

self-monitoring
Al centro di uno studio sulla comunicazione condotto dal professor Michael E. Roloff dell'Università di Chicago, vi sono due tipologie di uomini. Quelli che alla vostra prima uscita a due sanno esattamente cosa fare, cosa dire, come sorridere e come farvi sentire speciali, dosando attenzioni per voi e senso della vita sociale. E quelli imbranati.

Lui chiama elegantemente i primi "high self-monitoring" e i secondi "low self-monitoring", laddove l'auto-osservazione è la cifra del controllo di sé. Indovinate, sempre secondo lo studio, quali fra i rappresentanti delle due categorie sono più adatti a farvi da compagni di vita? Ovviamente gli imbranati. E già, perchè chi eccede di self-monitoring è poi meno portato a lasciarsi andare a sincerità e stabilità quando la cosa si fa più seria.

Il prof. li chiama "camaleonti", luccicosi e variopinti nei contesti sociali, ma spellati e vulnerabili nel privato. Meglio il goffo e impacciato che vi versa il vino sulla camicetta di seta e alla prima uscita vi porta nel pub dove danno la finale di Champions League: avranno molto più voglia di amarvi davvero.

  • shares
  • Mail