Poche donne a Sanremo... e la Berté squalificata

loredana bertè sanremoPoco rosa quest'anno il palco dell'Ariston, non trovate? A parte L'Aura, brava ma quasi androgina, e Mietta, brava ma dall'imbarazzante stile a sacco, l'unica vera femmina è la mitica Loredana Berté, fuori di testa e sproloquiante, ma sempre originale, vera... La notizia della sua esclusione dal Festival a causa del suo brano a quanto pare non proprio inedito, mi ha gettato nello sconforto: grazie al cielo Super Pippo Baudo ci concede di godere delle performances della Lore facendola esibire, ma fuori gara.

Fantastico sulle sue reazioni e su distruzioni di camere d'albergo (lei sì che è rock&roll) e intanto noto che fra le donne di Sanremo c'è anche la Tatangelo. De gustibus, ma per me è pessima, lei, il suo look da quarantenne in forma (e di anni, lei, ne ha 21), la sua orrenda canzone buonista finto tollerante... Sarà invidia, direte voi, e ve lo lascio dire. Chi invidio davvero è Lola Ponce, ma solo perchè per me resterà sempre l'Esmeralda del Notre Dame di Cocciante.

Insomma, a donne il festival sta messo così così (non che brilli per altri aspetti): del resto se il trionfo della femminilità sta nel piazzare per l'ennesima volta la valletta bionda e quella bruna possiamo ritenerci soddisfatte... Va bene, sto guardando il Festival e sono acida, e allora?

  • shares
  • Mail